Se ne parla all'Aperò organizzato da Venture Lab, Centro di Promozione Start-Up di Lugano e CTI.

Dettagli in Agenda

 

Info dal socio CREDITREFORM
Meno fallimenti e più iscrizioni di nuove aziende

Il numero dei fallimenti ha registrato complessivamente un calo del 13,6% in giu­gno, rispetto allo stesso mese del 2010, a 886. I procedimenti contro persone sono scesi del 23,8% a 390, quelli societari del 3,5% a 496. Le insolvenze sono state 343 (-16,7%). Il resto è dovuto a modifiche le­gislative (chiusura per lacune nell'organiz­zazione, articolo 731b del CO).

Da gennaio a giugno i procedimenti in to­tale sono stati 6.037, in aumento dell'1,8% sul primo semestre 2010. Quelli contro so­cietà sono in aumento del 4,7% a 3.286, di cui 2.259 a causa di insolvenza (-4%). Sal­vo il Ticino (+11,8% a 152) tutte le regioni hanno segnato una flessione dei casi di in­solvenza di ditte, indica Creditreform in una nota diffusa ieri. Il calo più accentua­to (-12,1%) è stato rilevato per la Svizzera centrale. I procedimenti contro persone sono in discesa del 5,1% in Ticino tra gen­naio e giugno (a 93). Nella regione di Ber­na si è verificato in questo caso l'incremen­to più marcato (+23,4% a 448).

Creditreform ha anche fornito le cifre sul­la creazione di imprese. Le nuove iscrizio­ni nel Registro di commercio si sono fis­sate a 3.429 lo scorso mese, in lieve calo rispetto al giugno 2010 (-1,4%). D'altro can­to vi sono state 2.499 cancellazioni (+4,7%). Al netto risulta un aumento di 930 ditte, contro 1.092 nel giugno dell'anno scorso.

Su sei mesi le nuove iscrizioni si sono at­testate a 20.211 (+7,8%), le cancellazioni a 14.033 (+8%). Al netto vi è stata una cre­scita di 6.178 (+5.760 nel 1. semestre 2010). In Ticino il numero delle iscrizioni è salito del 2,5% a 1.138, quello delle cancellazio­ni del 2,1% a 694. Al netto risulta un incre­mento di 444 (+430 nel 1. semestre 2010).

Cosa: 5 giorni di formazione, incontri, testimonianze e lavori di gruppo per sviluppare una visione imprenditoriale e trasformarla in un progetto concreto sotto forma di un Business Plan.

Quando: 5, 6, 12, 26 settembre e 10 ottobre 2011 (orario: 08.30 – 17.00)

Dove: Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), Dipartimento scienze aziendali e sociali (DSAS), Palazzo E, 6928 Manno.

A chi può servire: Il modulo venture plan è rivolto a promotori di idee imprenditoriali e le start-up ad alto contenuto innovativo e con forte potenziale di crescita.

Quanto costa: Il corso è gratuito e sponsorizzato dall'Agenzia federale per la promozione dell'innovazione CTI, allo scopo di sensibilizzare al tema dell'imprenditorialità.

Chi lo organizza
: Una collaborazione tra la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), l'Università della Svizzera italiana (USI) e il Centro Promozione Start-up (CP Start-up)

Iscrizioni entro il 29 luglio 2011 su www.venturelab.ch/it-vplan

Per maggiori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vedere allegato Flyer ventureplan_2011

Comunicato stampa del Municipio di Lugano

Data: 08-07-2011

Il Municipio, a termine della sua seduta del 6 luglio 2011, comunica:

    Misure anticrisi: Bando di concorso per il Micro-credito

    Il Municipio ha approvato nell'ambito delle Misure anticrisi il secondo Bando di concorso per un importo complessivo di fr. 250'000.-- quale forma di incentivo per le persone e le imprese che intendono beneficiare di micro-credito in funzione della creazione di nuove attività o di nuovi posti di lavoro. Il primo bando di concorso del valore di fr. 250'000.-- è stato già emesso nel 2010. La scadenza del secondo bando è fissata al 15 settembre 2011 e nel mese successivo la giuria si esprimerà circa il finanziamento delle domande pervenute.


    Le domande devono rispondere ai seguenti criteri:
    a) Progetti di nuove attività imprenditoriali in settori non ancora esistenti sul territorio
    b) Progetti di nuove attività imprenditoriali anche in settori tradizionali ma con elementi di novità nell'iniziativa e creazione di nuovi posti di lavoro
    c) Progetti di piccole aziende già esistenti sul territorio per lo sviluppo dell'attività di impresa e la creazione di nuovi posti di lavoro.

    Hanno diritto a partecipare le persone domiciliate a Lugano da almeno due anni e le attività economiche (persone giuridiche) di Lugano.

    Informazioni
    Claudio Chiapparino, Direttore del Dicastero Giovani ed Eventi.

    Bando di concorso (PDF)
La terza edizione della Conferenza sul federalismo recentemente conclusasi a Mendrisio ha voluto volgere lo sguardo anche al di là della frontiera. Le nuove sfide territoriali del federalismo impongono infatti uno sguardo verso realtà esterne. Una maggiore sensibilità federalista potrebbe giovare anche a entità transfrontaliere come la Regio Insubrica.

Perché parlare di collaborazione trasfrontaliera all’interno di un convegno sul federalismo? Il motivo è presto detto: la Svizzera è un paese federale, circondato da nazioni diverse: alcune federali, come Germania ed Austria, altre centralizzate, come Francia e Italia. Come queste differenze possono influire sui risultati della collaborazione? E perché quest’ultima è necessaria?

L'articolo, di Francesco Forti, presidente di FORMiKA, prosegue su www.infoinsubria.com